Il rumore del dolore

di Graziano Cavallo

Il rumore del dolore è un suono sordo, impercettibile all’orecchio, un tonfo senza eco, che si consuma in un istante, ma il cui sapore persiste fino a quando terrai gli occhi chiusi. 

Puoi sentirlo in quel maledetto istante, in cui le tue ginocchia atterrano violentemente sul pavimento del tuo cuore. No, non è la gravità ad averti spinto giù, non è il peso dei tuoi pensieri, delle tue preoccupazioni. 

È l’attrazione che esercita il pavimento del tuo cuore in quell’istante, in quel momento della tua vita. Quando tutto ti sembra impossibile. 

Impossibile ascoltare le parole. 

Impossibile percepire i sentimenti degli altri. 

Impossibile affrontare anche solo te stesso.

Chi lo dice che dovremmo giudicare noi stessi non per le volte che cadiamo ma per come siamo disposti e rapidi a rialzarci?

Ma hai mai provato a sentire il rumore del dolore?

Quegli istanti interminabili con gli occhi chiusi. In ginocchio sul pavimento del tuo cuore, ci siete solo voi e il tuo cuore. 

L’essenza di voi stessi. State lì per il tempo che ritenete necessario.

Vivete il vostro dolore. Ascoltate il suo rumore.

Le ginocchia non faranno più male a un certo punto. Non avrete la forza di rialzarvi, ma vi staccherete da quel pavimento. Fluttuando nell’aria vi rialzerete. Ritornerete a essere al centro del vostro cuore, a essere in voi stessi.

Vivetelo quel momento, senza vergogna.

Stare giù, al tappeto, come direbbe qualcuno, non è peccato.

State solo vivendo appieno quel rumore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...